Emis Killa

 

 

STELLE NEL FLIPPER
ANNA E MARCO

testo di L. Dalla – E.R. Giambelli

Anna come sono tante
Anna permalosa
Sguardo che ogni giorno perde qualcosa
Se chiude gli occhi lei lo sa
Stella di periferia
Anna con le amiche
Anna che vorrebbe andar via
Marco grosse scarpe e poca carne
Marco cuore in allarme
Con sua madre e una sorella
Poca vita sempre quella
Se chiude gli occhi lui lo sa
E la luna è una palla ed il cielo è un biliardo
Quante stelle nei flipper sono più di un miliardo
Marco dentro a un bar
Chissà cosa farà
Poi c’è qualcuno che trova una moto
Si può andare in città

Anna è come tante, vive con la mamma e due sorelle
Minuta ma nel cuore com’è grande,
cresciuta con il dramma sottopelle
Marco ha un passato che tanto passato non è,
tormentato da vecchi fattacci
Cresciuto dove non sprecano abbracci,
dove ti specchi però non ti piaci
Sognano entrambi una vita diversa,
per scappare a una vita di merda
Finché un giorno la moto di marco,
mentre è diretto in città gli si ferma
Mentre lui impreca arriva lei,
come un miraggio, dice se vuoi posso darti un passaggio
Piacere Anna, piacere Marco e si mettono in viaggio
Ancora non sanno che in comune hanno lo stesso disagio,
Stessa materia il big bang in un bacio
Quando si incontrano, una gatta nera ed un cane randagio
Ieri è arrivato l’inverno, guarda che cielo il sole è già morto
Qualche ricordo tenuto in vita dal gelo,
mentre la neve ricopre lo sporco, che mondo.

E la luna è una palla ed il cielo è un biliardo
Quante stelle nei flipper sono più di un miliardo.

E la luna in silenzio ora si avvicina
Con un mucchio di stelle cade per strada
Luna che cammina, luna di città
Poi passa un cane che sente qualcosa
Li guarda abbaia e se ne va.

Emis killa

emis-3

emis